VIGILE COME C.S.I. SCOPRE IL “PIRATA”

Da LA LOMELLINA

SANT’ANGELO LOM.

Sono stati la perseveranza e il fiuto dell’agente della polizia locale di Sant’Angelo Lomellina Roberto Martinetti a scoprire e denunciare un pirata della strada che aveva causato un incidente, con un ferito lieve, e poi è fuggito. Il fatto si è concluso nei giorni scorsi con la denuncia. Sulla strada provinciale che porta a Robbio una Opel Meriva si è scontrata con un furgone Peugeot e il conducente di quest’ultimo veicolo si è leggermente ferito mentre quello della Opel è fuggito. I rilievi sono stati effettuati dall’unico agente di polizia locale di Sant’Angelo, che ha poi ottenuto il

supporto dalla polizia locale di Palestro con cui il municipio di Sant’Angelo è convenzionato e del comandante Maurizio Varese. L’agente del piccolo centro di cui è sindaco Matteo Grossi ha trovato un piccolo frammento dell’auto che si era data alla fuga con incisi alcuni numeri di serie. Grazie a questi ha effettuato una ricerca su internet e con le case automobilistiche e ha scoperto che l’auto pirata era una Opel Meriva. Da quel momento in poi ha iniziato a ispezionare le carrozzerie del territorio, senza esito. Ma non si è arreso e ha chiesto aiuto ai colleghi di Robbio. E finalmente, a Robbio, ha trovato la Meriva, risalendo al proprietario. L’uomo, un cinquantenne di Castelnovetto, è stato convocato in municipio a Sant’Angelo dove i due agenti Martinetti e Varese gli hanno contestato gli addebiti e l’hanno poi denunciato per non essersi fermato sul luogo dell’incidente e per omissione di soccorso, oltre ad avergli ritirato la patente. Soddisfazione dal municipio di Sant’Angelo dove il sindaco Grossi ha commentato: «Ottimo il lavoro del nostro agente. Inoltre la sinergia che si è creata con i colleghi di Palestro per la sicurezza funziona e merita i nostri complimenti»