MINORI ASSISTITI IN ISTITUTO, GROSSI: LO STATO DEVE PAGARE

Doppio incontro romano per il sindaco Matteo Grossi che è stato ricevuto dal deputato di “Conservatori e riformisti” (il gruppo guidato da Raffaele Fitto) Daniele Capezzone e dal senatore pavese del gruppo Autonomie Luis Orellana.

Da LA PROVINCIA PAVESE
di Sandro Barberis

SANT’ANGELO LOM.

Grossi ha chiesto ai parlamentari un intervento sul tema dei minori mantenuti dai Comuni in strutture protette su ordine del tribunale. «Noi spendiamo circa 95mila euro l’anno per i minori, sono il guadagno delle tasse locali e con cui potremmo fare molto per Sant’Angelo, non diciamo che i minori non debbano essere aiutati, ma i Comuni da soli non ce la possono fare. Abbiamo proposto ai parlamentari di fare in modo che questi costi finiscano nel bilancio dello Stato, non in quello degli enti locali. Con un minore in più da assistere all’anno Comuni piccoli come il nostro rischiano la bancarotta» spiega Grossi che ha sottoscritto un documento firmato anche dal collega di Robbio Roberto Francese. «Riteniamo sbagliata la decisione presa dall’ex ministro dell’Interno Angelino Alfano – chiude Grossi – per cui i figli appena nati dei profughi restano a carico del Comune di residenza, anche se i genitori se ne vanno».