CONTROLLI PREVENTIVI IN VIA BONIFICA

Sono durati oltre due ore ieri all’alba, dalle alle 6 alle 8,30, i controlli incrociati della polizia locale di Sant’Angelo Lomellina insieme a due pattuglie di carabinieri

Da LA PROVINCIA PAVESE
di Sandro Barberis

SANT’ANGELO LOM.

Controlli scaturiti dalle continue proteste dei residenti di via della Bonifica che contestano i rumori continui che provengono da un caseggiato in fondo alla strada abitato da un gruppo di stranieri. I controlli erano volti a capire l’effettiva situazione del caseggiato, anche dal punto di vista dell’abitabilità e delle condizioni igieniche, e soprattutto appurare quanti siano effettivamente le persone residenti all’interno della struttura. «Ora le forze dell’ordine stanno raccogliendo i dati – spiega il sindaco Matteo Grossi -. Questo intervento concordato ha avuto lo scopo di spiegare la situazione di protesta che c’è nel quartiere alle persone che vivono in quel caseggiato. Un’azione preventiva per evitare il ripetersi di proteste da parte del resto degli abitanti di via della Bonifica che ci hanno scritto più volte».