L’ AMMINISTRAZIONE SANTANGELESE APRE QUATTRO CANTIERI

Da IL PUNTO
di Fabrizio Negri

Non si sono fermati a guardare quanto di buono appena fatto, ma hanno subito voltato pagina ripartendo con l’esecuzione di altri interventi. All’amministrazione di Sant’Angelo Lomellina non è infatti bastato il completamento del primo step della piazza del paese con la piantumazione delle due nuove aiuole antistanti la Chiesa di San Michele e la creazione di un vialetto di alberelli nella chiesa di San Rocco. Il sindaco Matteo Grossi è voluto andare oltre e nelle prossime settimane aprirà ben quattro cantieri. Si partirà con il restauro del monumento ai santangelesi caduti nelle due Guerre, in piazza della Rimembranza. L’intervento consiste nella rimozione dei ciottoli bianchi decorativi esistenti alla base del monumento, sostituiti poi con dodici lastre di granito bianco. Attenzione alta anche in via Mazzini e via San Rocco, che verranno messe in sicurezza con il posizionamento di una staccionata a protezione della roggia adiacente la strada. La staccionata, installata per circa 400 metri, sarà a forma di croce di Sant’Andrea in pali di pino trattati in autoclave. La struttura inizierà in via Mazzini e si concluderà nel piazzale del cimitero. Verrà rimossa anche la protezione esistente in acciaio zincato tra via dei Boschi e via San Rocco, in quanto ritenuta poco decorosa. Sempre in via San Rocco, come da programma, verrà installata una sbarra automatica temporizzata per bloccare il transito dopo l’orario di chiusura del cimitero. «Gli abitanti della zona – dichiara il sindaco Matteo Grossi – denunciano da tempo movimenti poco chiari. Queste lamentele ci furono già riferite in campagna elettorale ed è per questo che tale punto fu inserito nel nostro programma». Infine, in via Mazzini verranno sostituiti i guard rail esistenti, non a norma di legge, con altri nuovi in acciaio con copertura di legno. Garantiranno così il massimo della sicurezza grazie alle caratteristiche meccaniche e di durabilità possedute dal legno.