UN ALTRO TIR FUORI STRADA. ORA IL SINDACO CHIEDE DI ALLARGARE LA PROVINCIALE

Da La Provincia Pavese
di Sandro Barberis

Ieri mattina un altro mezzo pesante è finito fuori strada sulla ex statale 596 a Sant’Angelo, nel tratto che porta dal centro del paese al bivio per Robbio e Mortara.
L’autista, un 41enne, non ha riportato conseguenze gravi. Tanto che medicato sul posto dalla Croce azzurra di Robbio, non è nemmeno stato portato in ospedale.
La strada è rimasta chiusa nel tardo pomeriggio di ieri per permettere il recupero del camion. Casi simili si erano veriicati a ripetizione nel rcente passato, sempre nel tratto verso Robbio e Castelnovetto. Tanto che già quest’estate la neonata associazione di sindaci “Amministratori della Lomellina” ha lanciato un grido di allarme alla Provincia, proprietaria delle strade dove sono accaduti gli incidenti.
In diversi casi negli ultimi anni è stato obbligatorio chiudere la strada per ore per il recupero del camion.
“La ex 596, nel tratto verso Robbio e anche quello verso il bivio per Zeme, è troppo stretta per i mezzi pesanti – spiega il primo cittadino di Sant’Angelo, Matteo Grossi. – E le banchine sono erose, basta sbagliare di pochi centimetri e con un mezzo pesante ci si trova fuori strada, con pericoli anche per gli altri utenti della strada”.
“Servono interventi per aumentare la sicurezza su questa provinciale – continua Grossi. – Con i ponti di Ceretto e Castello d’Agogna chiusi al traffico pesante, c’è un passaggio ancora più intenso di Tir sulla ex 596 tra il bivio di Robbio. Basterebbe l’allargamento della banchina per migliorare la situazione”.